aria

Inquinamento, guerra di cifre tra Legambiente e Regione Lombardia
Dopo il dossier Mal’Aria di Legambiente che fotografa una situazione da codice rosso nel italia e a Cremona, arriva la replica in cifre di Regione e Arpa Lombardia che parlano di un trend di miglioramento nella qualità dell’aria. L’assessore Cattaneo: “Serve giudicare scientificamente i dati sulla qualità dell’aria e, eventualmente, a contestarli nel merito e nel metodo”.
Aria avvelenata, polveri sottili tre volte oltre i limiti
Pm10 e pm2.5 (il particolato sottilissimo e quindi ancora più dannoso per la slaute) a concentrazioni elevatissime a Cremona e Pianura Padana dove l’inquinamento è ercepito nitidamente respirando per strada. Inatanto ARPA Lombardia lancia l’appa con la possibilità di monitorare la qualità dell’aria.
Allarme inquinamento: la nebbia come una cappa su Cremona…
Come una cappa sulla città: la nebbia scende su Cremona ed “imbottiglia” lo smog, evitandogli vie di fuga. Per questo le colonnine di misurazione, implacabili, registrano le condizioni atmosferiche ed emettono il proprio verdetto: qualità dell’aria “molto scarsa”.
pm2 5 : livelli sopra la media per le polveri più pericolose
Non inizia una buona settimana per quanto riguarda la qualità dell’aria nella nostra provincia che risulta essere già scarsa. Il valore più preoccupante è quello delle pm 2.5, le polveri sottili che a differenza delle più note pm10 sono anche più pericolose…