carcere

Carceri: sovraffollamento rischioso, troppi i detenuti stranieri
Carceri: situazione sempre più critica a Cremona. Il penitenziario ha una capienza di 393 posti, i detenuti sono però 481, di cui ben 320 stranieri, pari all’81,4% dei posti disponibili ed al 66,5% della popolazione carceraria reale. Un sovraffollamento ritenuto pericoloso, a rischio radicalizzazione…
Dati del Ministero: il carcere è sovraffollato, troppi gli stranieri
A parlare sono i dati ufficiali, gli ultimi diffusi pochi giorni fa: nel carcere di Cremona ci sono 459 detenuti a fronte di una capienza di 393 posti. 291 sono gli stranieri presenti, il 63,4% del totale: troppi. Da qui un sovraffollamento pericoloso, a rischio radicalizzazione.
Droga in carcere, arrestati madre e figlio di Pizzighettone
Inchiesta della polizia di Lodi sullo spaccio all’interno della casa circondariale. Il giro in mano a cinque detenuti che lo gestivano con cellulari e “pizzini”. In manette anche un’infermiera e un agente della penitenziaria. In tutto 19 arresti.
Carcere, ancora guai: un’aggressione ed un incendio in cella
Sembra proprio non esserci pace nel carcere di Cremona: dopo la morte di un detenuto, avvenuta nei giorni scorsi, nuovi fatti inquietanti sono avvenuti presso la struttura di Cà del Ferro: in particolare, l’aggressione di una guardia ed un incendio in cella.
Detenuto morto in carcere: si fa strada l’ipotesi dell’infarto
E’ infarto l’ipotesi fattasi più strada in merito alla morte in carcere del russo Konstantin Kossivtov, di 39 anni. Non c’entrerebbero col decesso le due bombolette di gas trovate in cella, peraltro presenti per i fornelli dei detenuti.
Ancora un detenuto morto in carcere a Cremona
Ancora una morte in carcere, a Cremona: questa volta si è trattato del russo Konstantin Kossivtov, di 39 anni. Pare sia morto per aver inalato gas. Tutte le piste al momento sono aperte, l’autopsia rivelerà dati certi. Nella sua cella sono state ritrovate due bombolette di gas.
Legge Basaglia, 40 anni dopo: situazione critica nelle carceri
Sono trascorsi 40 anni dalla legge Basaglia, nell’immaginario collettivo identificata con la legge, che ha chiuso i manicomi e cancellato situazioni disumane ed orribili. Ma, in assenza di strutture alternative, famiglie e carceri sono divenuti “parcheggi” spesso critici.
Massacro di via Fatebenefratelli, perizia psichiatrica sull’omicida
Prima notte in carcere per Wu Yongoqin l’uomo che ieri ha ucciso a colpi di mannaia la moglie e un bimbo di tre anni. In attesa della convalida dell’arresto in carcere, il suo legale pronto a chiedere un esame clinico sulle sue condizioni psichiche.
Carcere: a Cremona meno detenuti, ma crescono ancora gli stranieri
Sovraffollamento del carcere di Cremona, detenuti in calo, secondo i dati diffusi l’altro giorno dal Ministero di Giustizia: sono 447, -4,38% rispetto a giugno, ma ancora lontani dalla capienza effettiva di 393 posti. Crescono ancora (+2,03%) i detenuti stranieri, sono 2 su 3.