sanità

TG CRHOME – EDIZIONE DEL 15-5-2020
In questa edizione del 15-5-2020: morto il musicista Ezio Bosso; nubifragio a nord di Milano, fiume Seveso esondato; rilancio della sanità nel decreto Rilancio, stanziati 1 miliardo e 256 milioni di euro; emergenza snaitaria: Nuovo aumento dei morti da Coronavirus in Italia, nel mondo gli Stati Uniti restano il Paese più colpito. Sport: Malagò: “Serie A ripartirà il 13 giugno al 99%”.    
Coronavirus: cremonese isola il ceppo italiano, 91 ieri i contagiati
È una cremonese, la professoressa Claudia Balotta, ad aver isolato il ceppo italiano del coronavirus. I dati ufficiali ieri parlavano di 91 contagiati in provincia. Sottoscritto intanto un protocollo d’intesa a sostegno dei lavoratori in difficoltà, nel gestire i figli a casa da scuola.
Destino segnato, Tin declassata
Il reparto di terapia Intensiva Neonatale dal primo marzo sarà declassata come decisio dalla delibera regionale. A nulla è servito il confronto con i 67 sindaci del territorio. Ora si teme per il pronto soccorso.  
Ormai è deciso: dal prossimo primo marzo chiusa la Tin a Cremona
Ormai è deciso. Non che ci fossero molti dubbi, comunque dal primo marzo la Terapia Intensiva Neonatale lascerà l’Ospedale di Cremona. Lo ha confermato l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, secondo cui il numero di bimbi trasferiti dovrebbe essere ridotto.
Tumori, in Italia ogni giorno mille casi diagnosticati
Resi noti dal Ministero i dati sull’andamento dei tumori in Italia: nel 2018 sono stati diagnosticati oltre 18 milioni di casi di tumore. A Cremona lieve calo ma solo nella popolazione maschile. I killer principali sono i tumori di stomaco e seno.  
Ospedale: il direttore di Rianimazione prepara le valigie per Vicenza
L’Ospedale di Cremona ha perso un altro pezzo da 90: il direttore, anzi quasi ex-direttore di Rianimazione e Anestesia, Vinicio Danzi, andrà a dirigere l’analoga struttura presso l’azienda Ulss 8 Berica di Vicenza. Ora inizia l’aspettativa, poi, dopo il periodo di prova, saluterà Cremona.
Regione: a bilancio soldi per le Asst cremonesi, ma… senza esagerare
Bocciata dalla Regione la proposta del Pd di destinare 600 mila euro per questo presidio, per quello collegato di Vicomoscano e per quello di Crema. Approvato però un ordine del giorno che stanzia soldi alle Asst provinciali. Al via anche Presst ed un piano per le liste d’attesa.