trenord

Treni: ennesimo guasto e nuovo incubo per i nostri pendolari
Un guasto manco a dirlo, probabilmente una rotaia, ma poco importa per i pendolari della Mantova-Cremona-Milano, che questa mattina sono andati incontro all’ennesima odissea all’altezza della stazione di Malagnino dove si è bloccata completamente la circolazione dei treni.
Treni: oggi ennesima ecatombe di guasti, ritardi, cancellazioni, disagi
E adesso ci si mette anche il meteo… Arrivano i primi, peraltro timidi freddi e tanto basta perché si verifichino guasti, ritardi, cancellazioni e quindi disagi – pesanti – per i viaggiatori. Sulle solite tratte, soprattutto la Mantova-Milano e la Cremona-Treviglio. Ma non solo…
Treni, “tutto va ben, madama la marchesa”, ma in Regione è maretta
E’ “va tutto ben, madama la marchesa” il brano rispolverato da Trenord nel corso della Commissione regionale Territorio e Infrastrutture: soppressioni ridotte del 75% e puntualità aumentata del 7%. Ma le opposizioni non ci stanno e dicono: dati non reali. Oggi ancora ritardi.
Treni: ancora forti ritardi per guasti, enti e pendolari furibondi con Rfi
Questa mattina guasti alle stazioni di Cremona e Tavazzano hanno provocato il tilt sulle linee nevralgiche Milano-Mantova e Cremona-Brescia con ritardi tra la mezz’ora e l’ora. E, dopo il pericolo scampato sulla Cremona-Treviglio-Milano enti e pendolari non fanno più sconti.
Disastro di Pioltello: inchiesta alla fine, in 89 possono chiedere i danni
Dopo poco meno di due anni sta per concludersi l’inchiesta sul deragliamento di Pioltello, in cui persero la vita tre persone ed un centinaio furono i feriti. A giorni dovrebbero essere depositati gli atti. 89 sono coloro che potranno chiedere il risarcimento dei danni.
Capotreno aggredito: vittima e Trenord vogliono il risarcimento danni
Punta al patteggiamento, ad una condanna a 5 mesi di reclusione con la sospensione della pena il 38enne che l’8 maggio dell’anno scorso aggredì ll capotreno del regionale 2661. Ma la vittima e Trenord, costituitisi parte civile, vogliono il risarcimento. Udienza il 17 ottobre.
Treni: ancora ritardi, anche pesanti, mentre i disagi diventano reclamo
Treni: ritardi e disagi son diventati così di routine che pochi ci badano ancora e, tra questi, sicuramente vanno computati i pendolari a bordo. Come gli utentii del 2661 Milano-Cremona-Mantova di ieri, 40 minuti di ritardo. Intanto le proteste per i disagi son diventate un reclamo.